Fatine panate

Illustrazione e stampe fine-art 2020

Progetto personale.

Un divertissement che gioca con la cultura pop degli anni 80, citando per assonanza il celebre tormentone delle "fettine panate" del telefilm di Cristina D'Avena Love me Licia (1986), recentemente divenuta virale grazie a YouTube. Il gioco di assonanze è pretesto per dissacrare ironicamente, ma con affetto, un'immaginario favolistico e stucchevole, trasformando due classiche e zuccherose fatine in croccanti, appetitose e grottesche specialità gastronomiche.

L'opera vuole anche essere un virtuosistico esercizio di stile che valorizza il realismo della texture, facendo scaturire quasi dal disegno l'inconfondibile aroma del fritto e la golosa croccantezza della pietanza.

Coppia di fatine panate illustrate in digitale. 

20 edizioni in stampa giclée.